My music... "Passenger" - All The Little Lights

Hello... translate my page...

domenica, novembre 30, 2008

in love...


Le voglie del lusso sono come... le ciliege


Ormai le continue notizie che giungono dagli Emirati Arabi non mi-ci sorprendono più, soprattutto quando le notizie che volano trattano di nuovi e megagalattici alberghi di Dubai.-
Questa perla di turchese che vediamo incastonata nella roccia, però, mi ha incuriosito e non di poco.
E' il nuovo prototipo di un albergo che verrà costruito su un'isola artificiale tra Abu Dhabi e Dubai. Gli ospiti ( fortunati ! ) verranno trasportati in questo albergo a bordo di un elicottero, visto che verrà posizionato nel bel mezzo di una scogliera ( artificiale pure quella ? ).-
L' albergo Sphere ( così verrà chiamato ) è stato progettato dalla designer russa Milla Rezanova ( questi russi arrivano da pertutto ) e conterrà 200 extra-lussuosissime camere ( neanche a scriverlo ), aree di intrattenimento, conference room, boutique.-
Chi è pronto per partire, opss mi correggo, chi è pronto per andare in banca ?
Nel caso abbiate ancora qualche dubbio, intanto vi inserico la relativa foto del ,da quì a fra poco, più originale e famoso albergo del mondo.-
Buona vista !!!

sabato, novembre 29, 2008

...

to m.u.L.

Guido piano
e ho qualcosa dentro al cuore
che tristezza,
non sò neanche dove andare,
e m'allontano anche se dovrei tornare
lui m'aspetta,
si potrebbe preoccupare... ma c'e' tanto sole,
e mi accorgo che ne ho bisogno come un fiore,
e ho bisogno di stancarmi e di camminare,
di sentire l'acqua il vento
e di respirare,
peccato che qui vicino non c'e' il mare...
Guido piano
che tristezza
dopo il ponte cambia il mondo,
viene voglia di cantare,
questa sera te lo voglio raccontare
son serena
come se fosse Natale,
e ho tanta voglia di sdraiarmi
su questa terra cosi calda,
di dormire e di sognare,
che questo fiume lentamente mi porta fra i monti
e le pianure,
e mi culla come un bambino fino al mare.
Amore mio
perche' ogni volta scappo via ,
siamo cosi lonatani dalla vita
e dai profumi,
forse t'incontrero' dove comincia il mare
quando mi svegliero'
saro' migliore ?

venerdì, novembre 28, 2008

...


Sento quella pelle ruvida,
un gran freddo dentro l'anima...
fà fatica anche una lacrima a scendere giù.
Troppe attese dietro l'angolo,
gioie che non mi appartengono.
Questo tempo inconciliabile,
gioca contro me.
Ecco come si finisce poi,
inchiodati a una finestra noi,
spettatori malinconici di felicità impossibili...
Tanti viaggi rimandati e già ,
valigie vuote da un'eternità ...
Quel dolore che non sai cos'è,
solo lui non ti abbandonerà.

giovedì, novembre 27, 2008

Hai nostri figli....



Colui che non conosce il prezzo della felicità,
non potrà mai essere felice !
Non perdonate gli sbagli,
se li avete conosciuti;
si ripeteranno poi 100 volte
e un giorno
i nostri allievi
non ci perdoneranno
di averli perdonati...

mercoledì, novembre 26, 2008


......
Bisogna cercare cose oscure in qualche parte della terra,
in riva al silenzio azzurro...
Dove è passato il treno di una furiosa tempesta
restano sogni sottili,

monete di tempo e d’acqua,
detriti,
celeste cenere,
e l’ebbrezza intrasferibile di prender parte
ai travagli della solitudine e della rena.

martedì, novembre 25, 2008

The letter...




Una lettera, nel momento in cui la infili nella busta, cambia completamente.

Finisce di essere mia, diventa tua.

Quello che volevo dire io è sparito.

Resta solo quello che capisci tu.

lunedì, novembre 24, 2008

Mha...



" Sono sempre in ritardo, in tante cose mi ci vuole più tempo delle persone normali.-

Compenso però la supervelocità nel lavoro con la superlentezza nella vita.- "

Se...



Quando ci separammo,
fra silenzio e lacrime,
coi nostri cuori infranti
lasciandoci per sempre,
il tuo viso divenne freddo e pallido,
più gelido il tuo bacio.
In verità quell'ora già annunciava il dolore presente.
Se in un'altra vita ti dovessi re-incontrare,
in che modo potrei salutarti ?
Con silenzio e lacrime...

GEORGE GORDON BYRON

domenica, novembre 23, 2008

...


Ci prepariamo per domani ?

Can you hear me ?

" Can you hear me ? "

I am numb but i can still feel you
Sometimes I'm blind but I see you
You are here but so far away
The times when you wanna... I'm missing you
Makes me feel like I'm spinning
Sometimes you get what you gain
I'm on a coaster-collision
Am not about to give in
Can't explain my position or the condition that I'm in.
Where I am is no limit, no walls, no ceilings
No intermission, so let Let
the party begin.
Hey.. Hey.. Hey all the way
DJ let it play.
Hey Hey Can You Hear Me ?
Don't you mean that you're my vision
I gotta make a decision
Do I go, do I stay ?
You've gotten into my system
You are in control of my mental
I need to mean for a stay
Can You Hear Me ?
Can You Hear Me ?
Can You Hear Me ?
Can You Hear Me ?
Can You Hear Me ?

Freddo...




Auguro a tutti una buona domenica....ho acceso il fuoco nel camino perchè, anche se fuori la giornata non è niente male, fà lo stesso molto freddo !!!
Ieri sera ha persino nevicato !


sabato, novembre 22, 2008


CI SONO GIORNI che è MEGLIO SOGNARE DI VIVERE CHE VIVERE...


CI SONO GIORNI che è MEGLIO VIVERE PER VIVERE CHE PER SOGNARE...


IO SONO COSI...


... SEMPRE IN BILICO FRA SOGNO E realtà...

Heart...


venerdì, novembre 21, 2008

Penso che...



Chi a carattere,

fà a meno della reputazione...

mercoledì, novembre 19, 2008

martedì, novembre 18, 2008

Mi presento...









... sono una donna che si è sempre seduta dalla parte del torto, 
dal momento che tutti gli altri posti sono già occupati !


domenica, novembre 16, 2008

Ti và la crociera ?


Città galleggianti, giardini d'inverno, isole di comfort e benessere per mollare gli ormeggi abbandonando le routine e i crucci della terraferma. L'affascinante mondo dei grandi transatlantici presto avrà una nuova gigantesca regina.

Se una veterana dei mari come la Queen Elizabeth II, " simbolo di eccellenza britannica durato 40 anni ", abbandona le rotte d'altura per trasformarsi in un albergo di lusso ormeggiato nel porto di Dubai; nei cantieri finlandesi al soldo della compagnia crocieristica Royal Caribbean stanno lavorando alacremente alla costruzione della nave che batterà il record del mondo, l'Oasis of the Seas.

Qualche numero per capirne le dimensioni ciclopiche :

220mila tonnellate

5.400 passeggeri

un equipaggio di 3.000 persone

2.700 appartamenti dislocati su una stazza che misura 430 metri di lunghezza, 55 di larghezza e 76 di altezza.

Ed in più parchi giochi, auditorium, campi da basket, piscine, discoteche, cinema, spa e fitness center, giardino e centro commerciale.

L'Oasis of the Seas è una cittadella galleggiante, categoria extralusso, che verrà varata nel novembre del 2009.Pier Luigi Foschi, presidente e amministratore delegato di Costa Crociere, riconosce che la crisi economica toccherà nel 2009 anche il florido settore delle crociere e si accinge a lanciare una campagna commerciale con riduzione dei prezzi e altri incentivi.Ma almeno per le festività natalizie, c'è chi non vedrebbe l'ora di salpare per acque più spensierate: se rispondono al vero i risultati emersi nel sondaggio su mille viaggiatori condotto da speedvacanze.it, gli italiani per festeggiare il prossimo Capodanno privilegeranno proprio le crociere (32%) seguite a breve distanza dalle Capitali Europee (30%) e dalle tradizionali località in Italia (28%), con un boom dei pacchetti benessere.

sabato, novembre 15, 2008

Do you remember ?



Possibile che tu abbia le gambe così corte ?
Devi correre, altrimenti ti raggiungeranno, come al solito.
Stavolta devi essere più veloce di loro, non devi permettere che i ricordi arrivino a te, ti assalgano e, nel combattimento, abbiano la meglio...
Che pappamolle !
Hai lasciato che ti raggiungessero...
o la tua bicicletta si è guastata nel bel mezzo dell'inseguimento ?
Oppure hai fatto finta di voler fuggire, ma in fondo desideravi essere raggiunta ?
Allora perchè, dopo che loro ti hanno sopraffatta, dopo che ti hanno bastonata e tu facevi finta di divincolarti, hai detto a te stessa come a volerti giustificare ( davanti poi a chi ? ) che tu non desideravi realmente andasse a finire in questo modo, che avevi fatto tanto per abbandonare l'idea di lasciarti recuperare, come una di quelle barchette ferme in mezzo al mare dopo una tempesta, in attesa che una nave all'orizzonte si intraveda e le porti in salvo ?

giovedì, novembre 13, 2008

.....................

mercoledì, novembre 12, 2008

Salta la soglia...



Ho copiato,
ricalcato un fiore di panno rosso e blu,
l'ho ritagliato e appuntato alla giacchetta arancione...
preso un pugno di musica e son salita sulla bicicletta
vola,

stringi,
evita,
devia...
ti chiamerò fra un pò o...

forse lo farai tu mentre dividi il tempo
tra la prima sigaretta davanti al caffè
e l'ultima con i piedi sullo zerbino...
vieni dai,
ho calzato il cappello e preso la strada di una qualsiasi città,
quella dove non ho radici,

dove possiamo stare con le gambe all'insù,
dove ti posso baciare nei primi tre gradini,
vieni ,
portami alla bocca
ti farò vedere come gioco a settimana,

a strega in alto,
ai quattro cantoni,
a come m' inchino la mattina verso il sole

senza versare il caffè dalla tazza
vieni,
salta la soglia ...

martedì, novembre 11, 2008

Buona giornata ....



Padrona di niente...


... serva di nessuno.-

JC


Non c'è spazio per la Morte
Né atomo che la sua forza possa rendere vano
Perché tu sei Esistenza e Respiro
E ciò che sei non potrà mai essere distrutto...

lunedì, novembre 10, 2008

domenica, novembre 09, 2008

Lettera aperta a mia madre

...



Ciao Mamma, lo so, non ci sei, ma per me sei sempre quì...
Sei sempre con me...
Ti vedo chiudendo gli occhi ad aspettarmi sul balcone quando tornavo dalla scuola...
E se ripenso a quando mi scocciavo vedendo il tuo numero sul cellulare e a quante volte ho risposto sbuffando....
E poi un giorno il buio... e non solo nei tuoi occhi che nascondevi dietro quegli occhiali, e soprattuto nelle foto, perchè non si capisse che si erano spenti per sempre.
Il buio è arrivato anche nella tua mente e nella mia vita, una diagnosi e tu non eri più la stessa... la tua mente sveglia non rispondeva più, ma io ero ancora tua figlia...
spero tu lo sappia mamma, il tuo sorriso spento la tua sofferenza io non li dimenticherò mai , come tutti i ricordi che mi legano a te.
Sarà di nuovo Natale tra un poco...
il 7° senza di te....
e nessun Natale sarà più lo stesso...
Ciao Mamma

sabato, novembre 08, 2008



Ho imparato... che nessuno è perfetto...
Finché non ti innamori..
Ho imparato... che la vita è dura...
Ma io di più !!!
Ho imparato.... che le opportunità non vanno mai perse.
Quelle che lasci andare tu... le prende qualcun altro.
Ho imparato...che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da un'altra parte.
Ho imparato... che bisognerebbe sempre usare parole buone...
Perchè domani forse si dovranno rimangiare.
Ho imparato... che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato... che non posso scegliere come mi sento...
Ma posso sempre farci qualcosa.
Ho imparato... che tutti vogliono vivere in cima alla montagna....
Ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato... che è meglio dare consigli solo in due circostanze...
Quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
Ho imparato... che meno tempo spreco... più cose faccio.

Dove stà la leggerezza ?



La leggerezza - dicono - è il dono di un breve distacco dalle cose, ma appena appena, come un camminare lieve sulle punte: sono quei dieci centimetri in più che danno tutta un'altra prospettiva.
C'è chi nasce con questo dono.
Però si può anche imparare, dicono, il distacco lieve.
Che non è vacuità, tutt'altro: si nutre di consapevolezza e di ironia.
Il segreto stà tutto nella misura: di più trabocca sarcasmo, sottintende un giudizio.
L'ironia, invece, è empatica.
Leggera.
Ogni tanto capita che qualcuno ci sfiori, ormai librato nell'aria, felice: staccata l'ombra da terra, ha trovato la sua dimensione in qualche nuova religione, in qualche nuovo amore.
È diventato un uccello, un angelo, un folle (magari solo temporaneo): attorno a sé muove una brezza gentile come una carezza.
Perché chi ha il dono della leggerezza lo regala a quelli " di sotto ", che lo guardano un po' ammirati un po' invidiosi, col naso all'insù.
Il fatto è che ce ne sono pochi in giro. E' che a noi, del mondo " di sotto ", piacerebbe averne intorno di più.
Potremmo andarli a trovare ogni tanto e tornare a casa col cuore leggero e il cappotto pieno di piume.
Ma qualche volta può succedere: un flash, un'intuizione.
Ci si trova un attimo sulla soglia tra il mondo " di sopra " e quello " di sotto ", si riesce a percepire che " di là " le stesse cose cambiano colore e consistenza.
Perché la leggerezza ha una sua fisionomia, ma è morbida e si lascia attraversare.
E' sorella delle nuvole ma non è in balia del vento.

venerdì, novembre 07, 2008

Io penso che...


" Per recuperare gli anni perduti, bisogna volare.-


E volare subito alto, senza paura.-


Senza ali.- "

giovedì, novembre 06, 2008

My dream...



Che cosa 6 ora ?

Madre Teresa di Calcutta



TIENI SEMPRE PRESENTE CHE LA PELLE FA LE RUGHE.
I CAPELLI DIVENTANO BIANCHI,
I GIORNI SI TRASFORMANO IN ANNI.
PERO' CIO' CHE E' IMPORTANTE NON CAMBIA;
LA TUA FORZA E LA TUA CONVINZIONE NON HANNO ETA'.
IL TUO SPIRITO E' LA COLLA DI QUALSIASI TELA DI RAGNO.
DIETRO OGNI LINEA DI ARRIVO C'E' UNA LINEA DI PARTENZA.

DIETRO OGNI SUCCESSO C'E' UN'ALTRA DELUSIONE.
FINO A QUANDO SEI VIVA, SENTITI VIVA.
SE TI MANCA CIO' CHE FACEVI, TORNA A FARLO.
NON VIVERE DI FOTO INGIALLITA...
INSISTI ANCHE SE TUTTI SI ASPETTANO CHE ABBANDONI.
NON LASCIARE CHE SI ARRUGGINISCA IL FERRO CHE C'E' IN TE.
FAI IN MODO CHE INVECE CHE COMPASSIONE, TI PORTINO RISPETTO.
QUANDO A CAUSA DEGLI ANNI NON POTRAI CORRERE,
CAMMINA VELOCE.
QUANDO NON POTRAI CAMMINARE VELOCE,
CAMMINA.
QUANDO NON POTRAI CAMMINARE,
USA IL BASTONE.

PERO' NON TRATTENERTI MAI !

mercoledì, novembre 05, 2008

Il peso del nostro tempo...


È quando ti grava addosso il peso del tempo,
quando sopra le pagine del blog non sai più cosa scrivere,
che le speranze scivolano di mano e il gelo ti entra nelle ossa.-
Giacciono insieme sulla terra secca,
le cicatrici e una storia perduta.-
Ogni passo costa fatica
e il respiro diventa sibilo.-
Ti accorgi che sei rimasta con le mani vuote.-
Ora ti trovi sola col tuo tempo tramutato in cenere.-
Non importa se inventavi favole
e se hai scontato la vita guidando un girasole con le mani.-
Oramai non brillano più le gemme nei tuoi occhi.-
L'inverno adesso sale col suo ritmo quieto di pendolo,
e voleranno via come foglie d'autunno
le pagine rimaste intatte del tuo blog.-
Prima che le porte si chiudano frusciando,
e si dissolva dietro ogni miraggio,
l'ultimo atto sarà il tentativo di catturare nello sguardo,
anche soltanto una scheggia di sole.-

Alla disgrazia uno non si può abituare perchè sempre abbiamo l'illusione che quella che stiamo sopportando debba essere l'ultima, sebbene in seguito, con l'andare del tempo, incominciamo a persuaderci - ( e con quanta tristezza ! ) - che il peggio deve ancora venire.

martedì, novembre 04, 2008


...?!



Una fotografia è un segreto che parla di un segreto.
Più essa racconta,
meno è possibile conoscere.

lunedì, novembre 03, 2008



Io, non sono io,
io sono colei che cammina accanto a me
ma che non vedo.-
Colei che talvolta vado a trovare
e di cui altre volte mi dimentico.-
Colei che mi perdona quando mangio dolciumi.-
Colei che cammina in mezzo la natura,
quando io sono a casa.-
Colei che rimane in silenzio quando io parlo.-
Colei che resterà in piedi quando io morirò.-

domenica, novembre 02, 2008

I wont to be free...


Potessi cavalcare alla ventura
come fà la farfalla sul prato
e far visita solo dove mi piace,
e nessuno far visita a me,
e civettare tutto il giorno con i ranuncoli,
e frequentare solo chi voglio,
e soffermarmi un poco quà e là,
o meglio ancora, scappar via
senza nessun poliziotto che m'insegua,
o corrergli dietro io se lo fà - fino a fargli scavalcare penisole
per fuggire via da me -
Ho detto : " Non essere che una farfalla "
sù una zattera d' aria,
e remare a zonzo per tutto il giorno,
e ancorare " oltre la Sbarra "-
......

Translatemypage: